MarioMiX.Net

Il sito web personale di MarioMiX-Files
Archivio della Categoria 'Webdesign'
Chiudi
  • Salva e condividi i tuoi links preferiti:
E-mail It

Restyling per il MarioMiX-Blog

Scritto da MarioMiX

Tempo di novità: nonostante gli innumerevoli impegni sono riuscito a completare la nuova interfaccia grafica del mio blog a cui lavoravo da un po’ (tutta fatta a mano con Notepad++ usando i CSS in modo massiccio :-) ).

I colori usati sono sempre sulla tonalità del blu, ma più scuri rispetto i precedenti, ed è stato abbandonato l’aspetto piatto a favore di uno più Vista-like.

Il nuovo layout è a tre colonne:

  • la prima contiene il testo dell’articolo;
  • la seconda contiene informazioni riguardanti l’articolo come le categorie a cui appartiene e, novità, i tags Technorati associati;
  • la terza è la classica sidebar con i contenuti maggiormente evidenziati.

Altra novità è il link “Social bookmarking” che apre un box per la scelta del servizio preferito.

Tutto il resto è come prima con l’aggiunta di qualche miglioria visuale. Il restyling, per il momento, ha interessato solo il blog e pian piano toccherà alle altre sezioni del sito.
Cosa ne pensate? Notate malfunzionamenti, bugs o roba simile?
Feedback, commenti e segnalazioni sono molto graditi. :-)



2 maggio
2007
@ 01:15

Categorie:
MarioMix.Net
Webdesign


Rivoluzione 2.0: gli italiani rifanno l’Italia(.it)

Scritto da MarioMiX

Questi sono giorni di fermento sulla blogosfera italiana: sta prendendo forma il progetto RItaliaCamp, che si prefigge di ricreare il criticatissimo e indecentissimo portale italiano di cui avevo parlato qualche giorno fa.

RItaliaCamp logo

Riassumo brevemente la vicenda.
Da qualche giorno è online il sito internet www.italia.it che dovrebbe rappresentare il Belpaese sul web in tutto il mondo. Il portale, corredato da un logo privo di originalità e di dubbia qualità, ha innescato moltissime polemiche e recensioni negative per il modo in cui è stato sviluppato (senza CSS, senza RSS, pieno zeppo di Flash, con ben due pagine introduttive prima di giungere alla home page, non conforme agli standard dell’usabilità e dell’accessibilità, con contenuti raccolti in modo confuso, ecc…) e, in particolar modo, per il suo costo: 45 milioni di euro (più 80.000 euro per il logo).
Con tale budget, ci si sarebbe aspettati un risultato molto migliore.

Italia.it con altri loghi simili

Da qui l’idea che sta alla base del RItaliaCamp: un incontro per pianificare, progettare e sviluppare un sito sostitutivo di Italia.it che dimostri che si sarebbe potuto ottenere un risultato migliore con minori sforzi.

Il tutto nella quasi indifferenza dei grandi media. Uno dei pochissimi quotidiani interessati alla vicenda è “La stampa” e, tramite un suo interessante articolo, si è venuto a sapere che, al momento, è stato speso “solo” 1 milione di euro. I restanti investimenti sono ancora nelle casse dello Stato a causa di un contenzioso aperto proprio a causa dei pessimi lavori presentati.

Confronto del logo di Italia.it con altri loghi simili

Nel frattempo si è preferito iniziare a utilizzare quanto fatto e, quindi, è lecito aspettarsi, in un prossimo futuro, una versione riveduta di Italia.it. A tal riguardo, di giorno in giorno, si notano piccole migliorie apportate al lavoro.
Tra le tante modifiche, la totale sparizione, dalla pagina del “Chi siamo” dei responsabili e degli sviluppatori del portale, che, grazie a Dario Bonacina, riporto per dovere di cronaca affinchè restino impressi nella memoria del web. A causa loro si deve la prima Rivoluzione 2.0.

Italia.it è una realizzazione della Presidenza del Consiglio – Dipartimento per l\x{2019}Innovazione e le Tecnologie supportato a tal fine dalla società Innovazione Italia del Gruppo Sviluppo Italia.
Per informazioni:

Raggruppamento temporaneo di Impresa:
IBM S.p.A.
ITS S.p.A.
Tiscover
Innovazione Italia

Redazione
Direttore editoriale: Valerio Imperatori
Vice direttore editoriale: Marta Rossato
Capo redattore: Luca Palamara
Segreteria di redazione: Claudia Galletta
Redattori:
Dora Barone
Mariagiovanna Capone
Lorenzo Caputo
Giovanni Nicois

Grafica: Emilio Di Donato
Ricerca iconografica: Susy Astone

Traduzioni: Francesca Zezza

Controllo qualità:
Adriana Correale
Paolo Correale
Giuseppe Golia
Maria Lo Basso

Supporto tecnico:
Alessia Saleri

Recruitment: Serena Santucci

Fotografie e filmati:
Foto Alinari
Agenzia fotografica Contrasto
Agenzia fotografica Corbis
Agenzia fotografica Photopolis
Agenzia fotografica Fotolia
Ansa
Studio di registrazione Gree Movie Group S.p.A.
Studio di registrazione Cat Sound s.r.l.
Andrea Forlani

Hanno collaborato:
Studio Agorà
Claudia Buccellati
Gabriella Calò
Mauro Covacich
Marina D\x{2019}Apice
Germana Luisi
Antonio Mango
Annalisa Palmieri
Espedito Pistone
Fiorella Taddeo
Marina Tagliaferri



3 marzo
2007
@ 01:03

Categorie:
Approfondimento
Web
Webdesign


Internet Explorer, browsers e webdesign

Scritto da MarioMiX

In questi giorni la Microsoft ha finalmente rilasciato Internet Explorer 7.0 (per ora solo in inglese, da Novembre anche in italiano).

Le novità della nuova versione del browser più usato al mondo sono diverse (tutte funzionalità e caratteristiche già presenti in altri browser, comunque) e vanno dal supporto nativo ai feeds RSS alla possibilità di visualizzare le pagine in più tabs.

Con questo articolo vorrei focalizzarmi non tanto sulle funzionalità aggiunte e sull’interfaccia utente modificata (ci sono un’infinità di altri siti che lo fanno) quanto sugli aspetti interessanti (come, per esempio, le trasparenze PNG) per chi il web lo fa.
A tal proposito segnalo un ottimo articolo di HTML.it dedicato ai CSS in Internet Explorer 7 che spiega chiaramente le novità rivolte ai webdesigners e ai webmasters.

La vera novità infatti è che finalmente Internet Explorer ha un supporto decente ai CSS, i fogli di stile a cascata che regolano il design dei siti web fatti con criterio, raggiungendo il livello di Firefox e di Opera, i due browsers suoi rivali. Il tutto per la gioia di chi i siti li fa (e che fino ad oggi doveva usare i più svariati hack per far in modo che una pagina si visualizzasse allo stesso modo in tutti i browsers).

Sia ben chiaro: gli hack dovranno continuare a essere usati per assicurare la compatibilità con i browsers più vecchi… tuttavia questa novità lascia ben sperare per il futuro. :-)
Per il momento dunque webdesigners e webmasters continueranno a testare le proprie opere su browser e browser.
Ma dove trovare tutte le diverse versioni dei browsers per testare il proprio sito web? Nel Browser Archive di evolt.org! In questo sito sono infatti presenti decine e decine di versioni dei browsers più conosciuti.
Piccola nota: naturalmente non è consigliabile tenere installate contemporaneamente sul proprio PC versioni diverse dello stesso browser!
Con Internet Explorer però si può fare un eccezione: su lambcutlet.org sono presenti le versioni standalone di Internet Explorer dalla 3 alla 6 che funzionano senza essere installate e senza intaccare l’Internet Explorer installato con Windows. Naturalmente queste versioni standalone sono assenti di alcune funzionalità rispetto alle versioni normali; però sono sufficienti per testare la propria pagina web.

Anche Internet Explorer 7 può essere utilizzato in modalità standalone (senza installarlo). Su Tredosoft c’è l’occorrente per farlo: basta semplicemente estrarre l’archivio di Internet Explore 7, installare il file “xmllitesetup.exe” che si trova nella cartella “Update” e copiare il file IE7s.exe nella cartella in cui si è estratto Internet Explorer 7; eseguendo quest’ultimo file si potrà usare, seppur con alcune funzionalità amputate, il nuovo browser di casa Microsoft.

Se poi non si preferisce usare i driversi browser uno ad uno si può utilizzare BrowserCam (commerciale ma con trial gratuita) o BrowserShots (gratuito): verrà mostrato direttamente online lo screenshot della pagina visualizzata sui browser più conosciuti.